Azione A2: III° incontro con gli stakeholder @Comune di Cavallino Treporti 20 Febbraio 2018

Azione A2: III° incontro con gli stakeholder @Comune di Cavallino Treporti 20 Febbraio 2018

Il 20 Febbraio 2018 alle ore 15.30 presso la sede del Comune di Cavallino Treporti, si è svolto il primo incontro di consultazione con gli stakeholder coinvolti nelle azioni di conversazione del progetto.

Hanno partecipato all’incontro in rappresentanza del Comune di Cavallino Treporti:

  • Ass. Ambiente e Area Strategica Punta Sabbioni Nicolò D’Este
  • Responsabile Servizio Urbanistica Gaetano Di Gregorio.

Durante l’incontro, Gabriella Buffa (Università Ca’ Foscari-coordinatore del progetto) ha presentato brevemente obiettivi, programma ed impatti di LIFE REDUNE, sottolineando l’elevato valore naturalistico delle aree coinvolte, la necessità di indirizzare il flusso turistico a favore della conversazione della specie ed il ruolo fondamentale che i Comuni rivestono nel garantire la sostenibilità delle azioni intraprese.

Successivamente ogni partner di progetto ha introdotto il proprio ruolo e responsabilità nell’implementazione del progetto. Lisa Causin (Regione del Veneto) ha presentato il ruolo di Regione Veneto, sia di tipo tecnico che di coordinamento con gli enti locali e gli stakeholder, sottolineando l’importanza di confrontarsi con le amministrazioni comunali coinvolte sulla più corretta modalità di esecuzione degli interventi, mantenimento della fruizione delle spiagge e delle azioni di sensibilizzazione dei turisti. Giovanna Brunelli (EPC srl) ha illustrato le  fasi e tempistiche legate alla progettazione definitiva ed esecutiva, soffermandosi su quelle che vedranno un maggiore coinvolgimento delle amministrazioni comunali. Marco Baldin (SELC) ha introdotto l’argomento della salvaguardia dei litorali, che sarà attuata nel progetto per mezzo di misure non rigide ed il rinforzo dei cordoni dunosi sia per scopo di difesa naturalistica che di difesa idrogeologica. Fabio Pranovi (Università Ca’ Foscari)  ha presentato il monitoraggio dell’ andamento dei servizi ecosistemici individuati, legati al ripristino e valorizzazione delle dune, e la campagna di comunicazione, per fornire nuovi punti di vista ed input di riflessione, ad operatori e cittadini. Roberto Fiorentin (Agenzia veneta per l’innovazione nel settore primario) ha presentato il doppio ruolo dell’agenzia nel progetto: l’unità di Legnaro che lavorerà direttamente in Vallevecchia per la parte di competenza ed il vivaio di Montecchio Precalcino per la produzione delle piante. Inoltre, è stato fatto un rapido focus su Stipa Veneta (endemica, prioritaria, minacciata), tipica proprio dell’area di Cavallino Treporti.

Il Comune ha confermato che quanto proposto da LIFE REDUNE è assolutamente in linea con gli sforzi  l’amministrazione comunale che sta compiendo, in particolare relativamente alla sensibilizzazione e formazione della cittadinanza. Segue una riflessione circa gli interventi di riduzione/limitazione degli accessi. Mappa dell’area alla mano, i partner di progetto e rappresentanti del Comune di Cavallino Treporti hanno condiviso e discusso aspetti tecnici in relazione sui percorsi esistenti e gli interventi da realizzare.

Leave a Reply

Your email address will not be published.