Conclusa la progettazione definitiva-esecutiva degli interventi di conservazione

Conclusa la progettazione definitiva-esecutiva degli interventi di conservazione

Tra maggio ed agosto 2018 i partner di progetto LIFE REDUNE sono stati impegnati per definire nel dettaglio gli interventi di conservazione degli habitat dunali, il tutto formalizzato nel progetto definitivo-esecutivo realizzato dal partner di progetto EPC srl. Le azioni sul campo descritte dal progetto definitivo-esecutivo sono le seguenti:

  • Azione C1: Interventi per la riduzione dell’impatto antropico sugli habitat
  • Azione C3: Ripristino habitat 2110-2120
  • Azione C4: Ripristino habitat 2250* – 2270*
  • Azione C5: Rafforzamento delle popolazioni di Stipa Veneta*
  • Azioni C6: Contenimento della specie aliena invasiva Oenothera stucchii.

La progettazione definitiva-esecutiva è composta da elaborati grafici e relazioni tecniche che descrivono gli interventi di conservazione e come questi si collocano all’interno del contesto territoriale, definito da vari elementi tra cui i piani urbanistici comunali e le mappe catastali.

Nello specifico, nell’ambito dell’Azione C1, la progettazione prevede la realizzazione di: staccionate per confinare i percorsi esistenti e dunque limitare il calpestio; passerelle per risolvere criticità su percorsi esistenti che attualmente obbligano a divagazioni; interventi puntuali di dissuasione al calpestio incontrollato attraverso la piantumazione di essenze arbustive e posa di cartelli informativi e/o dissuasivi.

Per le Azioni C3 e C4, nella progettazione sono stati definiti le aree in cui saranno svolti gli interventi di ripristino degli habitat dunali e la piantumazione delle specie vegetali tipiche di tali ambienti.

Infine, nell’ambito delle azioni C5 e C6, nella progettazione sono state definite rispettivamente le aree in cui rafforzare le popolazioni di Stipa veneta*, specie prioritaria target del progetto, e quelle in cui si svolgeranno gli interventi di eradicazione della specie aliena invasiva Oenothera stucchii.

Le aree di intervento sopracitate sono state inizialmente identificate mediante rilievi e sopralluoghi sul campo realizzati dai partner di progetto.

Sulla base dei risultati ottenuti, EPC srl ha elaborato una prima bozza di progettazione che è stata discussa con i partner di progetto e condivisa con i Comuni coinvolti in LIFE Redune. Durante i confronti con i soggetti coinvolti sono emerse richieste di modifiche, proposte migliorative, che sono state ridiscusse tra i partner per giungere alla versione definitiva del progetto degli interventi, realizzato da EPC srl.

Ad Agosto 2018, gli elaborati tecnici di progetto sono stati consegnati alla Regione del Veneto, la quale ha sottoposto la documentazione agli enti preposti per il controllo della compatibilità a fini paesaggistici.

Leave a Reply

Your email address will not be published.